Officina delle Idee e del pensiero Meluzzi Bertot

Riparte l’Officina delle Idee e del Pensiero a Rivarolo

Gli impegni nella politica estera non mi hanno fatto dimenticare di essere sempre al servizio di Rivarolo Canavese. Abbiamo pertanto deciso di far ripartire l’«Officina delle Idee e del pensiero», evento nel quale animerò una serie di incontri con personalità di spicco della cultura dell’arte e della politica. Grazie alle esperienze maturate in questi ultimi anni come osservatore internazionale ed europarlamentare, potrò organizzare un confronto di idee su grandi temi e su questioni specifiche legate allo sviluppo del nostro territorio. Potremo infatti parlare, tra l’altro, di immigrazione, famiglia e politica in senso più ampio, ma anche di proposte ed idee per poter migliorare il nostro paese e poterci confrontare su tanti problemi che siamo costretti ad affrontare quotidianamente nel torinese. L’«Officina delle Idee e del pensiero» va oltre le idee dei singoli schieramenti politici. Viviamo infatti in un periodo di evidente incertezza e di difficile governabilità, dove difficilmente la politica di dimostra al servizio del bene comune. Il nostro obiettivo, al contrario, di andare oltre le etichette e di promuovere l’identità culturale italiana e canavesana in ogni suo aspetto, ascoltando i cittadini e fotografando opinioni, timori ed aspettative sull’Europa. Intorno all’Officina si stanno sviluppando iniziative culturali e politiche per la città, che porteranno presto alla costituzione di una Associazione ove si stanno aggregando persone della società rivarolese di buona volontà che vogliono impegnarsi per il nostro territorio. Il primo incontro dell’Officina sarà con l’ospite Alessandro Meluzzi, si parlerà di Identità Europea e politiche migratorie ed avrà luogo il prossimo 23 aprile alle ore 20:30 presso il teatro parrocchiale dell’oratorio San Michele, in via Fiume 15. Seguiranno incontri con lo scrittore e giornalista Magdi Cristiano Allam, e molti altri ancora. Vi aspettiamo numerosi.  

Commenti

commenti

elezioni europee Fabrizio Bertot